[RELAZIONI: “Quali regole seguire?”]

Quali relazioni ti sono venute subito in mente? Di coppia, in famiglia, con il capo, con i colleghi?

Quali regole hai subito visualizzato ?

Per scrivere questo articolo, ho pensato a tutte le regole possibili che la società ha stabilito per poterle avere tutte sane e nutrienti.

Mantieni la parola data.
Sii aperto a nuove esperienze.
Chiedi scusa
L’intimità
Il rispetto
La sincerità  
L’impegno
La comunicazione
Il divertimento
La libertà di scelta
L’attenzione
La diversità
L’autostima  

Ci ho ragionato per ben 3 ore… ed ora ho cancellato tutto.

Mi sono resa conto che non ci sono regole… o meglio ci sono le Regole che ogni persona posta in relazione con l’altra costruisce.

Ci sono le regole personali che ognuno crea per stare bene con sé stesso che si intersecano con le regole personali che l’altro ha costruito per sé.

Credo che non esistano regole fisse e prefissate.

Ma un assunto: non puoi avere una sana relazione con l’altro se non hai un’ottima relazione con te stesso.


In questo articolo:
Conosci te stesso per conoscere gli altri.
Una storia per riflettere.
Come entrare in relazione con te.
Conclusioni.

Conosci te stesso per conoscere gli altri.

Se non impariamo dapprima a star bene con noi stessi, difficilmente saremo in grado di star bene con gli altri.

“Se non credi in te stesso, chi ci crederà?”

Kobe Bryant

Ci saranno molti compagni di viaggio nella nostra vita, alcuni più piacevoli alcuni meno piacevoli.

Ma piacevole o spiacevole, l’immagine che vediamo ogni mattino riflesso nello specchio, ci sarà per sempre nella nostra vita.

  • Quanto sul serio ci impegniamo per avere cura di lui/Io sostenendolo ed apprezzandolo quotidianamente?
  • Ci occupiamo davvero affinché la nostra relazione con noi stessi sia appagante, soddisfacente e libera?
  • Se parlassimo con il nostro migliore amico come parliamo con noi stessi, avremmo ancora una buona relazione con lui?

La nostra relazione con noi stessi è il modello su cui si sviluppano tutte le relazioni della nostra vita!

Riflettiamo un po’….
  • Se non Amiamo noi stessi non possiamo davvero amare nessuno…
  • Se non abbiamo stima di noi stessi, nessuno potrà davvero stimarci …
  • Se non diamo valore a noi stessi come potremo sapere che valore dare agli altri…

Una storia per riflettere.

Uno scatolone pieno d’oro

Un mendicante se ne stava seduto sul ciglio di una strada da più di trent’anni. Un giorno passò uno sconosciuto. “Hai qualche spicciolo?” mormorò il mendicante, tendendo meccanicamente il vecchio berretto da baseball. “Non ho niente da darti”, disse lo sconosciuto, che poi domandò: “Su che cosa stai seduto?”.
“E’ solo un vecchio scatolone. Ci sto seduto sopra da sempre”
, rispose il mendicante. “Ci hai mai guardato dentro?” chiese lo sconosciuto. “No”, disse il mendicante, “a che scopo? Non c’è niente dentro”. “Dacci un’occhiata”, insistette lo sconosciuto.

Il mendicante riuscì ad aprire lo scatolone. Con meraviglia, incredulità ed euforia vide che lo scatolone era colmo d’oro. Io sono quello sconosciuto che non ha niente da dare e che dice di guardare dentro. Non dentro un qualsiasi scatolone, come nella parabola, ma in qualcosa di ancor più vicino: dentro di voi. (E. Tolle “Il potere di adesso”)

In modo simile al mendicante della storia, spesso

  • non siamo consapevoli di essere seduti sopra uno scatolone prezioso
  • lasciamo inesplorate le nostre qualità
  • pensiamo che solo gli altri possano avere le caratteristiche migliori
  • ci convinciamo che solo la relazione con l’altro potrà renderci felici.

Perdiamo di vista che entrare in relazione con se stessi significa …

  • Osservare ed essere consapevoli delle proprie reazioni emotive e stati d’animo
  • Essere consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza
  • Essere consapevoli dei propri pensieri, pregiudizi ed abitudini
  • Essere consapevoli di come le emozioni influenzino i propri pensieri
  • Osservare ed essere consapevoli di come interagiamo con gli altri
  • Osservare come siamo influenzati da ciò che ci circonda
  • Essere consapevoli di cosa ci piace e cosa non ci piace fare

Come entrare in relazione con te.

Conoscersi significa, quindi guardare dentro lo scatolone, porsi delle domande profonde e darsi risposte sincere.

1. Conosco me stesso?

Per amare te stesso devi avere una visione chiara su dove ti trovi ora e dove vorresti andare.

Prendi, quindi, un foglio di carta e rispondi a queste domande su te stesso, cerca di essere più obiettivo possibile e di osservarti da una prospettiva esterna.

  • Quali sono le tue passioni?

 Se avessi tempo e risorse illimitate da poter dedicare a quello che mi piace fare come sarebbe la mia giornata ideale? Descrivila nei dettagli.

  • Quali sono i tuoi limiti o punti deboli?

Su quali aspetti di te devi ancora lavorare per poterti migliorare? E cosa non meno importante, cosa stai facendo per superarli?

  • Quali sono i tuoi valori guida?

Quali sono le tue priorità nella vita?

  • Quali sono le tue reazioni emotive abituali?

Come reagisci ai tuoi pensieri, comportamenti nelle diverse situazioni in cui sei solo con te stesso?

  • Quali sono i tuoi punti di forza?

Quali sono le caratteristiche che ti rendono unico e che vorresti coltivare e sviluppare?

  • Qual è il tuo scopo nella vita?

E tu, hai mai guardato dentro lo scatolone sul quale sei seduto da una vita? Prova a dare una sbirciata e condividi nei commenti una caratteristica che ti piace di te stesso, una tua passione o un tuo punto di forza.

2. Io mi piaccio?

In senso fisico, caratteriale, di valori…di pensieri e comportamenti.

  • Quali sono cinque motivi per cui posso piacermi?
  • Perché una persona potrebbe beneficiare della mia amicizia/ della relazione con me?
  • Quali sono le mie 3 caratteristiche positive migliori?
  • Cosa mi rende unico?

Conclusioni.

Ogni volta che inizio un nuovo percorso e presento il mio pensiero dico sempre che siamo sistemi in relazione costante.

Se un sistema cambia cambieranno per riflesso anche gli altri.

Dunque… quali sono le regole delle relazioni?

Io non ne conoscono. 

Credo che l’unica regole sia rispettare se stessi e per fare ciò si possano creare delle regole personali, confini , divieti affinché si possa rispettare se stessi e gli altri.

Credo che possano esserci corollari:

  • La convinzione che si può amare qualcun’altro senza amare sé stessi, ci fa vivere nella dipendenza e nel compromesso
  • Solo chiedendo all’altro quali siano le sue regole, confini, divieti si possa costruire delle sane relazioni anche con gli altri.

Hai mai guardato dentro lo scatolone sul quale sei seduto da una vita? Dai un’occhiata e condividi nei commenti qualcosa che hai scoperto di te per stare bene in relazione a te stesso.

Puoi vedere anche la rubrica video #RELAZIONIAMOCI.

Se vuoi lavorare con me sotto l’ombrellone attiva la modalità della consulenza via chat whatsApp, puoi avermi in tasca ovunque sei!

.
Amo accogliere e accompagnare verso il cambiamento le persone che attraversano un momento critico nella relazione con sé stesse o con altri.
Articolo creato 95

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto